Pomodori secchi fatti in casa con l’essiccatore

1 Settembre 2019

Pomodori secchi fatti in casa con l’essiccatore

Non ho memoria di un anno in cui a casa non sia stata preparata la conserva di pomodoro per l’inverno e non credo esista per me un profumo più evocativo di questo.

Anche ora che abito nella Casa delle Coccinelle non ho rinunciato ai miei rituali di fine estate anche se tutto ciò ha richiesto un bel po’ di lavoro! Chi mi segue su Instagram ha potuto vedere in anticipo il risultato finale, ma mi sembrava un vero peccato non annotare gli aggiornamenti di quest’anno anche qui sul blog.

La scorsa estate vi avevo raccontato come preparare la Conserva di pomodorini in vaso. Questa ricetta è estremamente facile e adatta ad essere realizzata anche nelle piccole cucine di città; è perfetta inoltre per i più pigri o per chi ha poco tempo a disposizione.

Quest’anno, invece, vorrei darvi qualche dritta per preparare i pomodori secchi in casa con l’essiccatore. Purtroppo il clima delle mie zone non mi permette di godere dei meravigliosi vantaggi dell’essiccazione al sole e mi sono dovuta adattare.

Questi trucchi non hanno nulla a che vedere la preparazione tradizionale dei pomodori secchi, ma sono utili per chi come me non ha modo di essiccarli al sole, nonostante resti sempre il metodo migliore. 

Qualche consiglio per iniziare

Scegli varietà di pomodori dalla polpa soda e con poca acqua. Vanno benissimo allo scopo i pomodori perini oppure i San Marzano. Cerca inoltre di fare in modo che abbiano più o meno le stesse dimensioni e non siano troppo grandi. 

Ed ora essicchiamo!

Una volta trovati i pomodori perfetti, è il momento di lavarli con cura (io lo faccio in acqua ed un goccio di aceto) e di tagliarli a metà nel senso della lunghezza. Se dovessi avere a disposizione anche pomodori di grandi dimensioni, anziché tagliarli a metà, dividili in tre fette sempre longitudinalmente.

A questo punto distribuisci su un canovaccio da cucina ben pulito e privo di odori uno strato abbondante di sale grosso (circa mezzo centimetro) e disponi sopra i pomodori tagliati a metà con la polpa a contatto con il sale in modo che siano parzialmente immersi. Lasciali “sotto sale” per circa 8 – 12 ore oppure per tutta la notte.

Passate le 12 ore, disponi i pomodori nei vassoi dell’essiccatore senza eliminare il sale a contatto con la polpa ed avvia il processo. In genere nel mio caso occorrono circa 2 giorni e mezzo / 3 a 45° – 50°C, ma molto dipende dal tipo di essiccatore, dalla varietà di pomodoro scelta, dalle dimensioni dei frutti e dal contenuto di acqua. Ricorda di rigirare i pomodori di tanto in tanto e di togliere man mano quelli completamente essiccati, distanziando i rimanenti.

Quando i pomodori secchi sono pronti…

Una volta pronti, conserva i pomodori secchi in frigorifero in un vaso a chiusura ermetica. Con questo metodo si conservano per circa 9 – 10 mesi.

Quando avrai voglia di utilizzare i tuoi pomodori secchi fatti in casa, non dovrai fare altro che lasciarli in ammollo in acqua (potrebbe volerci un po’ perché si reidratino completamente) oppure per fare prima potrai immergerli in acqua bollente per circa 15 – 20 minuti.

Pomodori secchi fatti casa essiccatore

Decidere di piantare un seme nella terra è un passo davvero importante. Non credo molto nel detto “chi semina raccoglie”, ma sono più propensa a pensare che raccoglie chi ha cura di ciò che ha seminato, anche se questo alle volte implica qualche sacrificio. Ma si sa, prima o poi i sacrifici vengono ripagati!


Una volta preparati in casa i pomodori secchi con l’essiccatore, è il momento di prepararci qualcosa di buono! Io li adoro nell’Hummus di pomodori secchi, ma anche nei Fusilli al farro con pesto di rucola e alga nori.

Condividi

Post correlati