Autunno/ Inverno/ Legumi/ Ricette con gli avanzi/ Senza latte e derivati/ Senza soia/ Senza uova/ Zuppe e minestre

Come preparo la Ribollita

25 Febbraio 2021

Come preparo la Ribollita: uno dei grandi classici dell’inverno e della cucina del recupero. Una generosa zuppa fatta con il pane raffermo.

La generosa cucina “con quel che c’è”

All’inizio questo post era un po’ piccato e parlava del grande malinteso della “cucina della nonna” che proprio come una volta non è.

Ciò per raccontarvi una vera ricetta antica, senza tempo e senza fretta.

Antica perché non credo esista nulla di più povero e “istintivo” di buttare dei pezzi di pane vecchio in una pentola di verdure e senza fretta perché sì, questa è proprio una di quelle cose per cui prendersi un paio di orette, respirare, accendere un po’ di musica e lasciarsi cullare dal suono del coltello che taglia le verdure (toc-toc-toc) e del borbottio della pentola.

Senza tempo perché oggi più che mai una ricetta simile è una di quelle che ci salverà. Sana, sostenibile ed etica, fatta di nulla se non di un pizzico di amore per le cose e il nostro prezioso tempo, possibilmente non connessi altrove.

Mi è bastato assaggiarne un cucchiaio e ogni asperità è sparita. Niente vena polemica, solo fumante ribollita.

Per questa ricetta ho usato pane raffermo (il mio, fatto in casa, ma l’ideale sarebbe il pane toscano), olio extravergine di oliva, cipolla, carota, zucca, cavolo cappuccio, fagioli cannellini cotti a parte, una manciata di pomodori secchi (opzionali), cavolo nero, tempo.


Lenticchie in umido di Capodanno

Le Lenticchie in umido di Capodanno sono il contorno perfetto per celebrare ogni veglione che si rispetti. Deliziose però anche tutto l’anno!


Questa ricetta fa per te perché

  • Ricchissima di verdure
  • Permette di portare in tavola più legumi
  • Ottima per riutilizzare il pane raffermo
  • Adatta a vegetariani e vegani

La Ribollita

Non ci siamo...Così cosìBuonoBuonissimoNe voglio ancora! 4,00 Vota questa ricetta
Loading...
Zuppe Cucina vegetariana
Di Stefania Porzioni: 4
Preparazione: 30 minuti +8 ore di riposo Cottura: 1 ora e 15 minuti

Come preparo la Ribollita: uno dei grandi classici dell'inverno e della cucina del recupero. Una generosa zuppa fatta con il pane raffermo.

Ingredienti

  • 150 g di pane raffermo (possibilmente toscano)
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • 200 g di zucca
  • 200 g di cavolo cappuccio o cavolo verza
  • 200 g di cavolo nero
  • 4 pomodori secchi (opzionali)
  • 250 g di fagioli cannellini già cotti
  • 1 litro di acqua
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q. b.

Procedimento

1

Trita finemente la cipolla e mettila a stufare a fuoco basso in una pentola capiente con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Nel frattempo spazzola bene sotto l'acqua corrente le carote, spuntale e tagliale a pezzetti piccoli. Uniscile alle cipolle nella pentola.

2

Taglia a cubetti la zucca e a listarelle il cavolo cappuccio, poi aggiungili alle altre verdure e mescola bene. Aggiungi anche i pomodori secchi precedentemente reidratati e tagliati a pezzetti. Copri con acqua e lascia sobbollire per 20 minuti.

3

Nel frattempo lava bene il cavolo nero e separa le foglie dalla nervatura centrale. Taglialo a striscioline fini, poi aggiungilo alle altre verdure. Unisci anche i fagioli, aggiusta di sale e pepe e continua a cuocere per altri 20 minuti. Nel frattempo taglia a cubetti il pane raffermo.

4

Quando la zuppa sarà pronta, spegni il fuoco e aggiungi il pane raffermo. Mescola e lascia riposare coperto per almeno 8 ore. Io di solito preparo tutto la sera per il pranzo del giorno dopo.

E' arrivato il momento di ribollire!

5

Riporta sul fuoco la zuppa , quindi aggiungi il restante olio e mescola energicamente in modo da rompere tutti i pezzetti di pane, che nel frattempo si sarà completamente inzuppato e ammorbidito.

6

Versa la zuppa ben calda nei singoli piatti e, se vuoi, completala con un altro goccio di olio di oliva.

Come preparo la Ribollita
Il consiglio in più

La cosa migliore della Ribollita è che più riposa e meglio è. Proprio per questo motivo è assolutamente perfetta per essere preparata in anticipo e conservata in frigorifero per più giorni, magari in vasetti di vetro riciclati, così da realizzare delle comode monoporzioni.


Se ti è piaciuto Come preparo la Ribollita, prova anche


VUOI FARMI UNA DOMANDA O LASCIARMI UN COMMENTO?
Scrivimi qua sotto oppure in privato!
Se preferisci, puoi contattarmi sui social ai link che ti ho lasciato
qui.

IMPORTANTE:
Se hai provato questa ricetta, scatta una foto e condividila su Instagram. Ricorda di farmelo sapere usando il tag @casadellecoccinelle. Sarò ben felice di condividerla nelle mie storie!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ti potrebbero interessare anche

Commenta per primo!

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.